sabato 23 settembre 2017

S.O.S SERIE... UN NUOVO INIZIO #1

Buongiorno e buon sabato a tutti! Come state? E come procedono le vostre letture? Io al momento mi sto dedicando a letture che sono una più splendida dell'altra!!!!  *_* Anche perché qua sembra che l'autunno stia davvero arrivando e con questo bel freschetto l'ideale è proprio quello di godersi un bel libro avvolti in felpette e simili!!

E con questo bel fresco spero anche di riuscire ad iniziare qualche nuova serie... sì, lo so, non dovrei iniziarne delle altre visto la mia continua ossessione con le serie da continuare e portare avanti (ma devo dire che quest'estate sono stata bravina e ne ho continuate parecchie! Brava me!!!), ma non ne posso fare a meno, anche perché là fuori ci sono così tante serie che aspettano solo di essere iniziate!! Non posso certo spezzare così i loro cuoricini, ignorandoli senza pietà, no???
Quindi ecco a voi le serie che non vedo l'ora di iniziare!!! (Come al solito se cliccate sulle copertine verrete riportati alla scheda su Goodreads)

1) Hope and Red di Jon Skovron, primo volume della serie Empire of Storms. E' un autore che non conosco, ma questa serie sembra così promettente e ne ho letto cose molto interessanti. Non ho proprio saputo resistere!


2) The Waking Fire di Anthony Ryan, che inaugura la serie The Draconis Memoria. Di questo autore devo ancora finire un'altra trilogia, ma è stato più forte di me. E poi ci sono i draghi. Potevo resistere???

3) Promise of Blood di Brian McClellan, primo libro della serie Powder Mage. Non solo l'autore è stato allievo di Sanderson, ma a quanto pare Sanderson stesso consiglia questa serie. Non credo di dover aggiungere altro!


4) The Hundred Thousand Kingdoms di N.K. Jemisin, primo della Inheritance Trilogy. Ma in realtà mi va benissimo qualsiasi altra serie di questa autrice. Mi basta riuscire finalmente a leggere qualcosa di suo, visto che è una vita che le sto dietro, ma non sono ancora riuscita ad iniziare nulla!

5) Among Thieves di Douglas Hulick, primo libro della serie Tales of the Kin. Questa è un'altra serie che punto da una vita e il primo volume è nelle mie dolci manine, o meglio è ad attendermi nella libreria, quindi spero di riuscire a leggerlo prestissimo! 



Direi che questa puntata è mono-genere, ma proprio non ci posso fare niente! Queste sono le serie che non vedo l'ora di riuscire ad iniziare! E voi che mi dite, quali sono le serie che non vedete l'ora di iniziare???
Buone letture!
S.

mercoledì 20 settembre 2017

WWW...WEDNESDAY#16

Buongiorno a tutti! Come state? E come procedono le vostre letture? Io al momento non mi lamento e sono contentissima di poter tornare a parlarvene in questa rubrica!

La rubrica WWW... Wednesday è ideata dal blog Should be reading.

1)What are you currently reading?
2)What did you recently finish reading?
3)What do you think you'll read next?

What are you currently reading?


Leggere tre libri assieme non è proprio una genialata, ma White Hot ho iniziato a leggerlo perché avevo bisogno di una comfort-reading e gli altri due libri in lettura non erano adatti (proprio no), quindi mi sono buttata sulla Andrews, che è sempre una garanzia. E assieme a lui ho in lettura In Cold Blood di Truman Capote, che mi sta piacendo davvero molto, anche se è una lettura che procede lentamente (ma non è colpa sua!), sinceramente avevo qualche dubbio su questo libro, ma direi che merita davvero molto! E poi c'è Sorcery for Beginners di Matt Harry, titolo che sto leggendo grazie a NetGalley. Non è male, e l'idea di base è carinissima, ma mi aspettavo qualcosina di più.

 What did you recently finish reading?


Dalle mie letture passate mi aspettavo qualcosina di più, ad essere sincera. Dead Man di Domino Finn è il volume iniziale di una serie fantasy che sembra molto promettente. Non posso dire che non mi sia piaciuto, perché è un libro che comunque merita, ma mi aspettavo qualcosina di più. The Love Interest di Cale Dietrich invece è partito benissimo, con un'idea interessante e dei personaggi che mi piacevano, ma poi si è perso per strada. Mi aspettavo grandi cose e invece... pazienza! E poi c'è Una stanza piena di gente di Daniel Keyes, che è la migliore fra queste tre letture. E' interessante ed è stato molto affascinante.

What do you think you'll read next?


In realtà non ho ancora questo libro tra le mie manine ansiose, ma dovrebbe arrivarmi presto (dovrebbe arrivarmi prima che io finisca il libro di Capote), quindi mi ci butterò sopra appena mi sarà possibile perché è un anno che sto aspettando lui!!!! 

E voi che mi dite? Cosa state leggendo? Cosa avete appena finito di leggere? E cosa leggerete dopo? Ditemi, che sono curiosa! Oppure lasciatemi il link al vostro WWW e passerò a curiosare!
Buone letture!
S.

domenica 17 settembre 2017

RECENSIONE: URBAN ENEMIES

Buongiorno e buona domenica a tutti! Come state? E come procedono le vostre letture? Io delle letture di per sè non mi posso lamentare, ma siccome ho appena finito le ferie e sono tornata al solito tran tran, direi che mi lamento eccome!
Però mi siete mancate! Mi è mancato condividere con voi le mie letture e passare a curiosare nei vostri angolini, quindi pian piano tornerò alla normalità e recupererò tutte le cose che mi sono persa!
Per rendere più dolce il mio ritorno alla normalità ho deciso di parlarvi di una lettura che mi è particolarmente piaciuta (e ok, ho scelto di tornare con una recensione perché la fila di recensioni in arretrato è cresciuta e adesso mi guarda con fare minaccioso, aiuto!!!) e di cui ho adorato particolarmente l'idea di base, quindi la smetto di perdermi in chiacchiere e passo a parlarvi del vero protagonista di oggi!

TITOLO: Urban Enemies

AUTORE: Autori Vari 

TRAMA (velocemente tradotta da me): I cattivi si godono tutto il divertimento, questo lo sanno tutti, e questa antologia ti porterà proprio nel bel mezzo del lato oscuro! I cattivi di sedici serie urban fantasy avranno finalmente voce in capitolo e ti racconteranno una loro storia! 
Per ogni eroe pronto a salvare il mondo c'è un cattivo pronto a distruggerlo!
In questa antologia, assolutamente da leggere, a cura di Joseph Nassise, complotterai per il dominio del mondo assieme ai migliori malvagi che noi amiamo odiare! Questa collezione ti offre storie dal punto di vista unico dei cattivi che popolano le pagine delle serie più amate (ci sono anche le storie di alcuni autori best-seller del New York Times, come Jim Butcher, Kevin Hearne, Kelley Armstrong, Seanan McGuire e Jonathan Maberry).


Grazie a NetGalley e all'editore che mi hanno permesso di leggere il libro in cambio di un'onesta recensione.

Quando ho trovato questo libro su NetGalley non ho saputo resistere, doveva essere mio ad ogni costo! Intanto proprio non so resistere alle storie raccontate dal punto di vista dei cattivi e poi è un'antologia piena di autori che adoro (Seanan McGuire, Kevin Hearne, tanto per citarne un paio!!!) e, devo ammetterlo, resistere all'urban fantasy per me è quasi impossibile!

In questa interessantissima raccolta troviamo ben 16 racconti appartenenti a 16 serie diverse. Lo so, lo so... la cosa sembra interessantissima, ma dopo aver ricevuto un assaggio di tutte queste serie c'è il rischio che uno voglia passare alla portata principale, e passi iniziare o continuare una o due nuove serie, ma ben 16 è un'esagerazione! Sinceramente questo pensiero mi ha anche attraversato il cervellino, ma secondo voi mi ha fermato?? Esatto! Sono andata avanti imperterrita, anche perché mi sono detta "ok, sono 16, ma saranno mica tutti belli, no?" E invece sì! Questa lettura è stata illuminante e graditissima, ma è stata un massacro per la mia wish list, che è in perenne crescita... è un buco nero fluffoloso che ingurgita tutto quello che trova sul suo cammino, e in un colpo solo l'ho nutrita per i mesi a venire.



Dal mio sproloquio sulle nuove aggiunte alla wish list potete immaginare che questo libro mi sia piaciuto, e pure parecchio!
E' vero, non tutti i racconti mi sono piaciuti allo stesso modo, e ce ne sono stati un paio un po' più lentini degli altri, ma tutto sommato sono riusciti a cattuare la mia attenzione e a farmi desiderare di saperne di più, di poter continuare a leggere le loro storie, anche se con un punto di vista più tradizionale. 
E in più è un'antologia curata benissimo, all'inizio di ogni storia ci sono un paio di righe che spiegano a grandi linee la serie da cui è tratta. L'ho apprezzato tantissimo, perché non conoscevo tutte le serie citate, se non per nome (e alcune mi erano completamente sconosciute), e quindi avere un minimo di contesto mi ha aiutato molto a capire cosa stava succedendo.

Alcuni racconti sono delle piccole perle, come quello di Jim Butcher, che ci fa vedere il POV di Marcone, l'antagonista del suo personaggio più famoso, Harry Dresden. Da questo ho fatto veramente fatica a staccarmi. 
E i racconti di Faith Hunter e di Seanan McGuire non hanno fatto altro che aumentare la mia adorazione per questa autrici.
E poi ci sono tutta una serie di racconti che vi faranno venire voglia di buttarvi sulle rispettive serie (è per "colpa" di questa antologia che ho esumato dal terribile buco nero fluffoloso la serie di Domino Finn e, sempre per "colpa" sua, sono riuscita a leggere il secondo volume della serie di Butcher... ma queste sono altre storie e ve ne parlerò un'altra volta!).

Cercando di tirare le somme di questa recensione particolarmente sconclusionata, sappiate che è un libro che merita davvero molto (tant'è che gli ho dato un bel 4/5, e credo sia la prima volta che do un voto tanto alto ad una raccolta di racconti, dovrà pur voler dire qualcosa, no?), quindi se l'urban fantasy vi piace e volete farvi una passeggiata nel lato oscuro, questo è il libro che fa per voi!





Voto:




Allora, che ne dite? Vi ispira? O lo conoscevate già?
Buone letture!
S.

giovedì 31 agosto 2017

IL BLOG VA IN VACANZA... E ANCH'IO!

Buongiorno a tutti! Come state? E come procedono le vostre letture? le mie benissimo e non vedo l'ora di parlarvene, anche se dovrò aspettare per farlo perché io e il blog stiamo per andare in vacanza! 
In realtà il blog si è già preso una piccola vacanza fuori programma, per via dei miei orari di lavoro dell'ultima settimana, ma sono piccoli dettagli!
Ci rileggiamo dopo il 20 di settembre! 


mercoledì 16 agosto 2017

WWW...WEDNESDAY#15

Buongiorno a tutti! Come state? E come procedono le vostre letture? Avete passato un bel ferragosto? Io il mio l'ho passato a lavorare, ma, se non cambia nulla, dovrei avere tutto il week end a disposizione per riposarmi un po'! 
Comunque, dato che è di nuovo mercoledì, non perdo altro tempo e passo a parlarvi delle mie letture presenti, passate e future!

La rubrica WWW... Wednesday è ideata dal blog Should be reading.

1)What are you currently reading?
2)What did you recently finish reading?
3)What do you think you'll read next?

What are you currently reading?



Al momento ho in lettura Killing is my business di Adam Christopher, che sto leggendo grazie a NetGalley. Secondo la mia personalissima tabella di marcia avrei dovuto inziarlo prima, ma ho deciso di dar la precedenza ad altre letture da cui mi sentivo più ispirata. Comunque il suo momento è arrivato e sembra essere una lettura interessante. E poi finalmente sono riuscita a mettere in lettura The Fate of the Tearling di Erika Johansen. Sono davvero felice di continuare questa serie e sono stata felice di constatare che i personaggi mi sono mancati. Anche con questo libro, però, sono solo all'inzio, quindi non posso dirvi nulla di più preciso.

What did you recently finish reading?


 

Queste tre letture mi fanno sentire molto soddisfatta perché sono tutti e tre libri che fanno parte di serie che avevo iniziato. Mi sento davvero più in pace con me stessa per essere riuscita a continuare qualche serie! Fool Moon di Jim Butcher è il secondo volume della serie urban fantasy dedicata a Harry Dresden. Ammetto che mi aspettavo qualcosina di più, non mi è piaciuto tanto come mi aspettavo, ma al momento continuerò comunque la serie, magari senza far passare troppi anni tra un volume e l'altro. Poi c'è La stanza degli Orrori di Douglas Preston e Lincoln Child, il terzo libro dedicato al detective Pendergast. Me lo ricordavo meglio, ma è stata comunque una lettura avvincente. E poi Undead and Unappreciated di MaryJanice Davidson, il terzo vampiro della serie Queen Betsy. Questo è un libro perfetto per l'estate! A livello di storia non succede niente, ma è leggero e divertente, la lettura ideale per staccare un po'!

 What do you think you'll read next?

Sinceramente non ne ho idea, ma spero di schiarirmi le idee al più presto! 

E voi che mi dite? Cosa state leggendo? Cosa avete appena finito di leggere? E cosa leggerete dopo? Ditemi, che sono curiosa! Oppure lasciatemi il link al vostro WWW e passerò a curiosare!
Buone letture!
S.


lunedì 14 agosto 2017

RECENSIONE: FORE MORRA

Buongiorno a tutti! Come state? E come procedono le vostre letture? Riuscite a sopravvivere al caldo? Io al momento non posso lamentarmi perché il caldo ci sta dando un attimo di tregua e in questi giorni si sta divinamente... certo, non è ancora autunno, ma per essere estate non potrei davvero chiedere di più!
Comunque mi sono resa conto di essermi completamente dimenticata di scrivere questa recensione! Ero convintissima di averla non solo scritta, ma anche pubblicata, e quando mi sono resa conto che non era vero ci sono rimasta malissimo! Quindi, problemi di memoria a parte (sarà l'età che avanza!), ho deciso di rimediare subito al mio grossissimo errore e di parlarvi di questo libro!

TITOLO: Fore Morra

AUTORE: Diego Di Dio

TRAMA: Senza sosta e senza redenzione. Gente comune unita dal filo rosso del destino, un’umanità esasperata, giochi di ruolo tra vittime e carnefici. Diego Di Dio si diletta con la psicologia dei suoi personaggi costruendo una storia che sconvolge e al tempo stesso commuove.

Alisa e Buba sono due sicari. Entrambi sono professionali, spietati, ben noti nell’ambiente. Lavorano insieme, ma non potrebbero essere più diversi. Buba è un uomo possente, maniacale, una perfetta macchina di morte dal passato ambiguo e oscuro. Alisa è una sopravvissuta. Si porta dietro il fardello di un’infanzia trascorsa tra violenze e angherie, tra abusi e povertà: è cresciuta ai margini di una società feroce e impietosa. Quando viene commissionato loro l’omicidio di un piccolo camorrista, scoprono che si tratta di una trappola architettata da un uomo potente e determinato, chiamato “il boss”, e di cui si sa una cosa sola: il suo obiettivo è catturare Alisa, catturarla viva. Andando a ritroso nella memoria, esplorando i tormenti e le violenze subite nella sua vita, Alisa dovrà capire chi si nasconde dietro la grande macchinazione congegnata ai suoi danni. Lei e Buba dovranno addentrarsi tra i quartieri di Napoli e negli antri bui della mente umana, per scoprire quanto profondo e devastante possa essere l’odio di un uomo tradito.

Fore morra: fuori dalla camorra. Come proiettili impazziti, con tutti e con nessuno.

Ringrazio l'agenzia letteraria Saper Scrivere, che mi ha inviato una copia di questo romanzo in cambio di un'onesta recensione. 

Questo libro è stata una piacevole sorpresa. La trama non sembrava male, ma ammetto che, quando l'ho inziato, non avevo grandissime aspettative, certo, avevo accettato di leggerlo perché non sembrava male, ma è un libro che è leggermente fuori dai miei generi abituali e non mi aspettavo grosse sorprese.
E invece mi sbagliavo... mi sbagliavo eccome! Ma ogni tanto è piacevole anche sbagliarsi! 

Fin dalle prime pagine mi è stato chiaro che sarebbe stata una lettura avvincente, una volta iniziato a leggere ho trovato veramente difficile riuscire a staccarmi dalle pagine e devo ammettere che l'autore ha fatto davvero un bel lavoro. Intanto lo stile. E' scorrevole, riesce a dire tutto quello che deve senza perdersi in descrizioni inutili o in dialoghi o scene insipide, riesce a dire sempre il giusto, a farci vedere tutto quello che succede senza aggiungere nulla. Per carità, non ho nulla contro gli stili elaborati, ma so apprezzare anche stili più asciutti. Non mi spingerei a definire questo stile "essenziale", ma non è certo molto elaborato, eppure riesce ad essere stranamente ipnotico.

Un altro punto favorevole di questo libro sono i personaggi: Alisa e Buba sono due sicari che non hanno avuto una vita facile e, a quanto pare, le cose non sono molto cambiate: anche ora che sono comunque affermati nel loro campo, che sembrano aver raggiunto una qualche sorta di stabilità e che, se vogliamo, sembrano aver trovato il loro posto nel mondo, le cose non sono proprio rosee per i nostri due protagonisti. Ma nonostante tutto sono due protagonisti che non si arrendono, la resa è la cosa più lontana dai loro pensieri, ormai sono in ballo e sono decisi a ballare fino alla fine.
La narrazione si alterna tra presente, in cui abbiamo la narrazione principale che al centro vede i nostri due sicari, e passato, in cui scopriamo pian piano la storia di Alisa e come sia arrivata a diventare non solo una sicaria, ma una dei migliori.
Il passato e il presente sono strettamente intrecciati, visto che Alisa e Buba si trovano a dover fare i conti con un nemico sconosciuto che sembra essere tornato dall'inferno per perseguitarli. E capire il passato sembra essere l'unica soluzione per capire chi ci sia dietro a tutta la storia. Forse questa parte è quella che mi ha deluso un pochino. E ammetto che parlare di delusione è un po' forte, solo che per tutto il libro ci prepariamo ad un grande colpo di scena, per capire chi è che sta cercando di ucciderli, chi è che ce l'ha così tanto con Alisa, e ho trovato la soluzione un po' prevedibile. Per me non è stata affatto una sorpresa, e quindi la soluzione per me si è rivelata un po' anticlimatica. Ma non è che abbia influito negativamente sulla lettura, certo, mi aspettavo qualcosina di più, questo è vero, ma alla fine poco male.

E, anche se la storia sembra incentrarsi principalmente su Alisa, io ho adorato Buba, l'ho trovato un personaggio affascinante e mi sarebbe piaciuto leggere anche della sua storia, intrecciata a quella di Alisa. Ma non temete, alla fine scopriremo di più anche sulla sua enigmatica figura! 
E accanto ai due sicari si sviluppa tutta una serie di personaggi ben costruiti, che non si rivelano essere solo comparse di secondaria importanza, ogni personaggio è ben inserito nella storia e non sparisce sullo sfondo. In particolare ho veramente apprezzato molto la figura di Pavel/Pavoncella. E' uno di quei personaggi così pieni di vita, che non si lasciano abbattere nonostante la vita con loro sia stata spietata, che è impossibile non afferzionarcisi, almeno un pochino. E' una di quelle persone che rendono la vita migliore per tutti quelli che stanno loro attorno, anche se magari per poco, per lo spazio di un'ora o di una giornata, e, di riflesso, rendono migliori anche le cose per noi lettori, che li incontriamo attraverso lo schermo della pagina scritta.

E c'è da dire anche un'ultima cosa su questo libro, al di là dello stile ipnotico, dei personaggi misteriosi e accattivanti e della storia avvincente e coinvolgente, che non lascia un attimo di fiato, è anche un libro che sfiora un sacco di temi delicati e che spinge a riflettere. Non tanto sulla parte legata alla criminalità, che è comunque presente, ma sull'importanza dei legami, delle radici, del passato e dei sentimenti.

Insomma, una lettura che tocca un sacco di punti, sia dentro che fuori di noi, che coinvolge e che è destinata a lasciare qualcosa nel lettore.

Voto:


E voi cosa mi dite? Conoscevate questo libro? Vi ispira?
Buone letture!
S.

venerdì 11 agosto 2017

S.O.S SERIE... YOU MUST FINISH IT! #1

Buongiorno a tutti! Finalmente riesco a tornare con un'altra puntata della mia rubrica dedicata alla croce e delizia della mia vita da lettrice: le serie! Nella puntata di oggi ho deciso di parlarvi di qualche serie che devo assolutamente finire, intendendo quelle serie di cui mi manca un solo libro.
Voglio dire... ormai lo sforzo maggiore è stato fatto, sono arrivata ad un passo dalla fine (e tanto per cambiare, muoio dalla voglia di sapere come andrà a finire la storia, anche se continuo a dare la precedenza ad altre letture), quindi tanto vale decidersi e fare il grande passo, no?

Quindi oggi saranno loro le protagoniste! Sinceramente pensavo di aver meno serie di questo tipo, ma ho scoperto che ne ho davvero parecchie, shame on me, quindi inizierò col presentarvene qualcuna!
Ah, ho preso in considerazione solo le serie il cui ultimo volume è già stato pubblicato, in modo da semplificare un po' le cose. 







1) L'angelo della notte di Brent Weeks. Questa trilogia dai toni molto cupi e ricca di azione mi è davvero piaciuta molto, ma mi manca da leggere il capitolo finale, Oltre le tenebre. 



2) The Raven King di Maggie Stiefvater. Dopo aver seguito i Raven Boys fino a qua, è arrivato il momento di vedere come finisce la storia, no?

3) The Fate of the Tearing è il capitolo finale di questa trilogia molto carina. Il primo libro mi era piaciuto tantissimo, il secondo non era sullo stesso livello, almeno per me, quindi ora spetta a questo ultimo capitolo decidere le sorti di questa serie!


4) End of Days di Susan Ee. I primi due volumi di questa trilogia mi erano piaciuti. Certo non è la serie migliore di sempre, ma mi erano piaciuti. Mi piacerebbe finire la serie prima di perdere completamente l'interesse. Sarebbe un peccato abbandonarla ad un passo dalla fine!

5) Chaos. La guerra di Patrick Ness. Il primo libro mi era piaciuto tantissimo, mentre il secondo mi aveva annoiato. Spero che questo ultimo volume si riveli più simile al primo!!


6) Breakout di Ann Aguirre. Questa trilogia è davvero carina, piena di azione e di personaggi interessanti, oltre ad un'ambientazione unica. Sono davvero curiosa di vedere come andrà a finire!!

7) The Midnight Star di Marie Lu. Il capitolo conclusivo della trilogia The Young Elites. Questa è un'altra di quelle serie che rischiano di restare incompiute se non mi do una mossa. Il primo libro non mi aveva fatto impazzire e avevo seriamente pensato di non proseguire la serie, ma poi ho deciso di darle una seconda possibilità e il secondo volume mi era piaciuto di più. Spero che il terzo non si riveli una delusione!


 8) Steel's Edge di Ilona Andrews. Questa è una serie carinissima che non vedo l'ora di riuscire a terminare. Non è la migliore di questa autrice, è vero, ma lei è sempre una garanzia!!

9) La regina di fuoco di Anthony Ryan. Questa trilogia è qualcosa di spettacolare e merita di essere letta, anche se lo spessore dei libri (che sono dei piccoli comodini) potrebbe scoraggiare. Ma è splendida!!!


10) Eona di Alison Goodman. Questa volta si tratta di una duologia. La serie è davvero originale e la parte migliore è il world building, originale e magico, che fa da sfondo ad una storia piena di intrighi e azione.


Per darvi un'idea di quanto fossi fuori strada nella mia valutazione, quando mi è venuto in mente di scrivere questo post ho esitato un po' perché ero convinta di non avere abbastanza serie di cui parlare, ero straconvinta che avrei faticato ad arrivare a nominarne 5. E invece qua ne ho nominato 10 e non sono nemmeno tutte!!!
E voi cosa mi dite? Conoscete queste serie? Le avete terminate? O vorreste iniziarle? E che mi dite delle serie che dovreste ultimare? Quali sono quelle che sono ad un passo dal potersi considerare concluse?
Buone letture!
S.

mercoledì 9 agosto 2017

WWW...WEDNESDAY#14

Buongiorno a tutti! Come state? E come procedono le vostre letture? E la vostra estate? In questi giorni sono stata divinamente perché, anche se non ho letto tanto quanto avrei voluto, almeno sono riuscita a non morire di caldo. Dopo un finesettimana in cui sono quasi morta di caldo, l'inizio di questa nuova settimana si è rivelato meravigliosamente fresco... non vedo l'ora che arrivi l'autunno!!! Ma ora lascio da parte le considerazioni sul caldo e passo a parlarvi delle mie letture!

La rubrica WWW... Wednesday è ideata dal blog Should be reading.

1)What are you currently reading?
2)What did you recently finish reading?
3)What do you think you'll read next?

What are you currently reading?


Al momento ho in lettura Casanova di se stessi di Aldo Busi. Era una vita che volevo leggere qualcosa di questo autore ed è anche uno dei titoli della mia TBR estiva, ma sinceramente non ne sono innamorata. Ho deciso di continuare ed arrivare ad un centinaio di pagine prima di decidere, ma c'è la possibilità che io lo abbandoni. L'idea è interessante, ma la lettura mi fa venire mal di testa, quindi non è proprio il massimo. E poi ho in lettura Booke of the Hidden di Jeri Westerson. E' un titolo che ho preso su NetGalley e sembra promettere bene, anche se al momento ne ho letto solo un paio di capitoli, quindi è ancora presto per pronunciarmi!

What did you recently finish reading?


E' stata una settimana molto intensa, per quanto riguarda le letture terminate: Crimson Death di Laurell K. Hamilton è uno dei miei guilty pleasure, e sono contenta di essermi messa in pari con la serie infinita di Anita Blake, poi c'è Urban Enemies che è un libro che ho apprezzato tantissimo, anche se è stata una lettura decisamente nociva per la mia wish list, visto che ho inserito un sacco di serie nuove. Ma spero di riuscire a parlarvi presto sia di questo libro che di Stranger of Tempest di Tom Lloyd. E' un fantasy che mi è piaciuto molto e che è riuscito a coinvolgermi. Non è perfetto, ma continuerò sicuramente la serie!


E poi sono riuscita a terminare la serie di Half Bad leggendo l'ultimo capitolo, Half Lost. Sono davvero contenta di essere riuscita a finire questa serie, ma mamma mia quanta sofferenza! La Green non è certo una che ci va leggera con i suoi personaggi!

 What do you think you'll read next?


Non so ancora cosa leggerò dopo, non ho ancora le idee chiare, ma ho fatto incetta di titoli su NetGalley (non giudicatemi, per favore!), ed ora li devo smaltire, quindi uno dei possibili candidati è proprio Killing is my business di Adam Christopher, che sembra una lettura molto promettente!

E voi che mi dite? Cosa state leggendo? Cosa avete appena finito di leggere? E cosa leggerete dopo? Ditemi, che sono curiosa! Oppure lasciatemi il link al vostro WWW e passerò a curiosare!
Buone letture!
S.

lunedì 7 agosto 2017

RECENSIONE: VIETATO LEGGERE ALL'INFERNO

Buongiorno a tutti! Come procedono le vostre letture? Io al momento non posso lamentarmi, anche se con questo caldo vorrei passare più tempo stravaccata a leggere, invece che andare a lavorare!
Comunque oggi ho deciso di parlarvi di un libro che mi ha piacevolmente stupito, quindi passo subito a presentarvi il protagonista di oggi!

TITOLO: Vietato leggere all'inferno

AUTORE: Roberto Gerilli

TRAMA: Mi chiamo Amleto Orciani e sono un libromane. Ho trentacinque anni e mi faccio dall’età di dodici, quando la lettura era ancora legale. Ho iniziato per scherzo con L’isola del tesoro e non ho più smesso. 
Leggere è la prima cosa a cui penso quando mi sveglio e l’ultima prima di andare a dormire. Sono talmente assuefatto da conoscere il significato di parole come paradosso, pennivendolo e opulenza. Insomma, uno sniffa-inchiostro senza speranza. 
Vivo vicino ad Ancona, lavoro come inserviente in un discount di bricolage e arrotondo spacciando romanzi alla gente della zona. La mia vita non è un granché, ma mi ci trovo. Il problema è che vorrei avere più soldi, per questo accetto di aiutare Eleonora. 
La ragazza è brava, ma così folle da voler cambiare il mondo dell’editoria da sola. Per seguirla mi tocca coinvolgere amici discutibili e incontrare gente che preferirebbe vedermi morto (il Bibliotecario ti dice niente?). Meno male che ho dalla mia Caterina, una camgirl con un secondo lavoro ancora meno presentabile del primo, però non sono sicuro mi possa salvare il culo, stavolta. Se ne esco vivo, giuro che smetto di leggere. Forse.
Vietato leggere all’inferno racconta la mia storia. Non insegna qualcosa che vale la pena conoscere, non ci sono buoni sentimenti o altre cazzate ma per sballarsi con gli amici è perfetto. Provalo, e fammi sapere se funziona. 

Il libro mi è stato inviato dall'editore, che ringrazio sentitamente, in cambio di un'onesta recensione.

Ammetto di aver esitato parecchio prima di iniziare questo libro e non so nemmeno io bene il perché. La trama sembrava promettente, quindi quando ho accettato di recensirlo ero ben disposta, ma pian piano la mia voglia di iniziarlo è andata scemando e ho sempre continuato a rimandare, nonostante leggessi spesso recensioni positive. Non so bene perché continuassi ad esitare, ma finalmente sono riuscita a decidermi e... è stato amore a prima lettura!

Mi chiamo Amleto Orciani e sono un libromane. Un nome di merda, lo so, ma ai miei genitori sembrava romantico. 

Così si presenta il nostro eroe, ed è stato subito amore. Amleto è un personaggio che sembra non aver molto fuori dal comune, se non il suo essere lettore in un mondo in cui la letteratura è vista come un dipendenza di cui liberarsi, possibilmente in fretta e senza tanto clamore. Eppure è uno dei personaggi più autentici, più realistici che io abbia mai incontrato. E dopo poche pagine mi ero fatta un nuovo amico. 
Certo, Amleto può sembrare cinico e disincantato, anche un po' Brontolo, senza doti particolari e con un carattere non sempre facile e accomodante. E ha un po' l'aria da "sfigato", anche se in senso buono. Eppure mi è piaciuto fin da subito, per la sua schiettezza, per la sua, forse troppa, onestà.
E trovare personaggi di questo tipo, personaggi che diventano subito tuoi amici e che sembra quasi ti tengano per mano mentre prosegui con la lettura, è una cosa rara, ed è uno dei più bei regali che uno scrittore possa fare ai suoi lettori.

Ma Amleto non è l'unica nota positiva di questo romanzo. L'idea dell'autore è geniale e sviluppata in maniera impeccabile, anche se ha dei risvolti inquietanti. A prima vista questa realtà è molto diversa dalla nostra:  la lettura è diventata una dipendenza, un qualcosa di negativo e di illegale, un vizio di cui liberarsi (adorabile della versione degli alcolisti anonimi per i lettori! Mi ha divertito tantissimo), e la società si è modificata di conseguenza, allontanandosi, almeno in apparenza, da quella che è la nostra società, in cui siamo ancora liberi di leggere, in cui la letteratura non è guardata come qualcosa di negativo e di sbagliato. Ma le riflessioni che Amleto fa sulla sua società sono attuali e pertinenti anche alla nostra, sia per quanto riguarda le riflessioni sulle case editrici, sul commercio dei libri e sulla loro diffusione, sia sulla società vera e propria.

Se la gente è pronta a seguire il primo coglione che urla stronzate da un palco, bisogna aver paura della folla, non dell'urlatore.

E' un libro che intrattiene il lettore, in più di un modo: la storia è originale e piena di azione, il mondo in cui è ambientato è affascinante e i personaggi sono tutti unici e indimenticabili (perché è vero che io vi ho parlato solo di Amleto, ma ci sono anche Cate e Eleonora, difficile dimenticarsi di loro! Cate poi è un altro piccolo capolavoro. E' seconda ad Amleto, ma è una differenza minima!)e poi fa ridere. Non fraintendetemi, non è un libro comico, ma ci sono certe scene, certi dialoghi che sono semplicemente divertenti. 
Ma, oltre a tutto questo, è un libro che riesce a far riflettere.

E non dimentichiamoci dello stile di scrittura dello scrittore. E' molto scorrevole e riesce a tessere una tela attorno al lettore, che lo intrappola dolcemente, rendendogli davvero difficile riuscire ad allontanarsi dalle sue pagine.

Insomma, se non si fosse capito, questo libro si è rivelata una sorpresa meravigliosa e assai gradita, che mi sento di consigliare a destra e a sinistra, perché merita, merita davvero tanto! 

Voto: e mezzo.


Conoscevate questo libro? O vi ispira?
Buone letture!
S.