mercoledì 29 giugno 2016

WWW...WEDNESDAY#22

Buongiorno a tutti! Come state? Come procedono le vostre letture? Io sono un po' scossa perché ho scoperto che domani sarà l'ultimo giorno di giugno!! Il tempo è davvero volato!! (Ma per fortuna... così si avvicinano le vacanze!!! Non so voi, ma io inizio ad averne davvero bisogno!!!).

La rubrica WWW... Wednesday è ideata dal blog Should be reading.

1)What are you currently reading?
2)What did you recently finish reading?
3)What do you think you'll read next?

What are you currently reading?

 

Al momento ho in lettura questi tre libri, e lasciatemi dire che le mie previsioni su tutti e tre si sono rivelate sbagliate: Tecla di Antonella Griseri non mi ispirava tantissimo. L'ho preso perché mi serviva un libro ambientato nella mia stessa regione per la ibc e le scelte che mi rimanevano non mi entusiasmavano particolarmente, così mi sono fatta consigliare dal Povero Libraio Ignaro, che mi ha consigliato questo. Tra l'altro l'autrice è della mia stessa cittadina quindi era più che adatto, no? E contro ogni aspettativa mi sta piacendo parecchio! Mentre How to kill a rock star di Tiffanie Debartolo non mi sta prendendo un granché. Non è brutto, ma mi aspettavo qualcosa di divertente, di frizzante e invece è abbastanza piatto e banale. E poi c'è Cut Here di Azzurra Nox. Le mie aspettative per questo libro erano bassine, ma era la mia scelta di scorta per la bookopoly (la parola Italia della casella Malatestiana era la mia croce!!!). L'ho iniziato solo ieri sera e ne ho letto poche pagine, ma mi sta piacendo!

What did you recently finish reading?

 

Questi due libri mi hanno tenuto compagnia nel week end, e sono stati meravigliosi come previsto: Seventh Grave and No body di Darynda Jones, settimo capitolo della serie dedicata a Charlie Davidson (serie consigliatissima!) e Timeless di Geil Carriger, ultimo volume della serie Il protettorato del parasole, che da noi, tanto per cambiare, è una serie interrotta. Mi è dispiaciuto arrivare alla fine e dover salutare definitivamente tutti i personaggi. E poi c'è The Foxhole Court di Nora Sakavic, su cui non ho ancora deciso. Non mi è dispiaciuto, anzi la lettura di per sé mi è anche piaciuta, ma il libro non è esattamente un capolavoro.


 E poi ci sono loro, i libri che avevo in lettura la scorsa settimana: Buon apocalisse a tutti! di Pratchett e Gaiman, splendido! E Antigoddess di Kendare Blake, che invece non mi è piaciuto. Non è brutto e l'idea di base è veramente buona, ma... l'ho trovato piatto e noioso.

 What do you think you'll read next?



Tenetevi forte: non uno ma ben due libri questa volta!!! (Va bene, uno e mezzo... ma sono dettagli!). Appena ho saputo dell'uscita in cartaceo di La prima cosa belle di Bianca Marconero sono corsa in libreria ad ordinarlo... se tutto va bene questa sera dovrei riuscire a passare e dovrebbe arrivare nelle mie manine!!!!!! E poi The Curious Case of the Werewolf that wasn't, the Mummy that was, and the Cat in the Jar di Geil Carriger, che è una novella della serie che ho appena concluso.


E voi cosa state leggendo? Cosa avete finito di leggere? E cosa pensate di leggere dopo? Oppure lasciatemi il link al vostro www, passerò a leggere le vostre risposte!
Buone letture!
S.

lunedì 27 giugno 2016

IN MY WISH LIST... GLBT VERSION

Buongiorno a tutti! Come state? Come procedono le vostre letture? Oggi riesco a rispolverare questa rubrica... e visto che la settimana scorsa vi ho presentato dei libri GLBT che secondo me meritano tantissimo, questa settimana ho invece deciso di parlarvi dei libri di questo genere che sono nella mia wish list (ok, non di tutti loro, ma almeno di alcuni!).

1) Liberazione di A.M. Sexton

TRAMA: Davlova: una città-stato oppressa dalla povertà e governata da un'aristocrazia tirannica. Le risorse sono scarse e la tecnologia è illegale. E nei bassifondi cova la rivoluzione. 
Misha è un borseggiatore comune, finché il suo capo non gli assegna un nuovo lavoro. Facendosi passare per una prostituta, Misha viene spedito a lavorare per uno degli uomini più potenti della città. Ma il suo vero obiettivo è molto più pericoloso: avvicinarsi a Miguel Donato, e trovare qualcosa - qualsiasi cosa - che possa aiutare a far cadere il governo corrotto di Davlova. 
Misha si immerge nel mondo decadente dell'aristocrazia, dove gli schiavi sono comuni e dove è possibile trovare anche il piacere più perverso. Anche se è sicuro che l'élite di Davlova sia coinvolta in qualcosa di terribile, le prove sono difficili da trovare, e Misha inizia ad innamorarsi dell'uomo che dovrebbe tradire. Poi incontra Ayo – uno schiavo sessuale costretto da un impianto neurale nel suo cervello a provare piacere per il dolore - e tutto cambia. 
Mentre gli abitanti della città bassa si spingono verso una rivoluzione sanguinosa, Misha si troverà preso tra i sentimenti inattesi che prova per Donato, il dovere verso il clan e la determinazione di salvare Ayo. 



2) Lord of the white hell di Ginn Hale. Di questa autrice vi ho già consigliato dei libri, ma questa serie mi manca e non vedo l'ora di riuscire ad iniziarla!!!

TRAMA (velocemente tradotta da me): Kiram Kir-Zaki può essere considerato un prodigio tra la sua gente, ma quando diventa il primo Haldiim della storia ad essere ammesso alla prestigiosa Accademia Sagrada, Kiram si ritrova in un mondo dove il potere, la superstizione e l'abilità con la spada superano di gran lunga anche i migliori risultati scolastici.
Ma quando le intimidazioni dei suoi compagni di classe Cadeleoniani diventano sanguinose, Kiram si ritrova inaspettatamente a stringere amicizia con Javier Tornesal, capo di una banda di truffatori e abili duellanti che si chiamano Hellions.
Ma Javier è un amico pericoloso. Portatore dell'Inferno Bianco e unico erede di un ducato, è circondato da pettegolezzi su seduzioni proibite, assassini e altro ancora. I suoi nemici sono molto e uno dei suoi segreti potrebbe non solo casare la sua morte, ma anche quella di Kiram.





3) Luna di Julie Anne Peters

TRAMA: «Io l’amavo, lei era mio fratello»
Il primo romanzo per adolescenti sulla transessualità.

Liam ha sedici anni. È alto, bello, muscoloso e corteggiatissimo, ma la verità è che si sente una ragazza intrappolata dentro un corpo da ragazzo. Sua sorella, Regan, è l’unica a condividere questo segreto con Liam – o Luna, come preferisce farsi chiamare – che ogni notte clandestinamente si trasforma con trucchi e vestiti nel suo alter ego femminile. Il padre, stereotipo dell’uomo medio e professionalmente frustrato, insiste affinché il figlio giochi a baseball ed esca con le ragazze, la madre troppo occupata nella sua professione di wedding planner non si accorge di quello che succede in casa. Quando Liam per il nono compleanno chiede in regalo una Barbie e un reggiseno il padre perde la testa, mentre la mamma lo considera un capriccio da bambini. Regan si trova quindi da sola a dover aiutare e sostenere il fratello nell’accidentato e stravagante percorso verso la trasformazione. Ma anche per lei è il momento del cambiamento e quando, durante una lezione di chimica, un compagno di scuola comincia a corteggiarla, insieme ai primi batticuori arrivano anche gli imprevisti che l’avere un fratello trans comporta… 

Un romanzo ricco di colpi di scena esilaranti, una commedia borghese sul tema dell’identità sessuale. 



4) Carry On di Rainbow Rowell 

TRAMA (velocemente tradotta da me): Simon Snow vorrebbe semplicemente rilassarsi e godersi il suo ultimo anno alla Watford School of Magicks, ma proprio non vogliono lasciarlo in pace. La sua ragazza lo molla, il suo migliore amico è un parassita e il suo mentore continua a cercare di nasconderslo nelle montagne, per tenerlo al sicuro. Simon non può nemmeno godersi il fatto che il suo compagno di stanza, nonché sua nemesi da sempre, sia sparito perché non riesce a smettersi di preoccuparsi. E cose malefiche cercano di far sparire Simon. Quando sei il mago più potente di tutti i tempi non puoi certo concederti il lusso di rilassarti e goderti la vita.







5) Aristotele e Dante scoprono i segreti dell'universo di Benjamin Alire Saenz


TRAMA: Aristotele e Dante. Dall’estate del 1987, nella città di El Paso, in Texas, seguiremo la più sensazionale delle scoperte umane: la crescita. Dal microcosmo della famiglia – con le sue regole, i suoi silenzi e le sue rigidità – al ring della scuola, fino allo sconfinato orizzonte della “vita di fuori”, quella che attende tutti tra aspettative e paure. Aristotele e Dante scopriranno i segreti dell’universo dentro se stessi, e finalmente accetteranno di amarsi.











6) Lies my girlfriend told to me di Julie Anne Peters

TRAMA (velocemente tradotta da me): Quando la carismatica ragazza di Alix, Swanee, muore per un improvviso arresto cardiaco, Alix è travolta dal dolore. E mentre cerca nella camera di Swanee dei ricordi della loro relazione trova il suo cellulare, che suona per una dozzina di messaggi di uno sconosciuto, L.T. E l'ultimo recita "Per favore, dimmi cosa ho fatto. Per favore, Swan. Te amo. Ti amo.".

Confusa e tradita, Alix scopre che Swanee aveva una doppia vita e che, di nascosto, durante tutta la loro relazione, lei usciva anche con una ragazza che si chiama Liana. Alix scrive un messaggio a Liana con il cellulare di Swanee, per raccogliere informazioni prima di incontrare la ragazza faccia a faccia e comunicarle la triste notizia.

Conosciutesi per le bugie di Swanee, Alix e Liana diventano più intime di quanto avrebbero ritenuto possibile. Ma Alix sta ancora nascondendo la verità a Liana. Alix sa come ci si sente quando gli altri ti mentono, ma se raccontare la verità a Liana volesse dire perderla?


7) Mind Fuck di Manna Francis

TRAMA (velocemente tradotta da me): Non ci sono bravi o cattivi ragazzi. Ci sono solo ragazzi migliori e peggiori.
Uno dei ragazzi peggiori è Val Toreth. In un mondo in cui la tortura fa parte dei metodi legittimi per interrogare i sospetti, lui lavora per il Dipartimento di Interrogatori e Investigazioni, dove i suoi colleghi possono essere molto più pericolosi dei criminali su cui sta investigando.
Uno dei ragazzi migliori è Keir Warrick. La sua piccola azienda, SimTech, sta sviluppando un programma di simulazione che permette ai suoi utenti di raggiungere una realtà virtuale.
La loro casa è NewLondon, una città distopica e futuristica. L'Amministrazione Europea è governata da burocrati totalitari. Il Governo sfrutta i vari Dipartimenti per schiacciare ogni idea di ribellione e mantenere il controllo e le corporazioni lottano tra di loro. 
Toreth e Warrick, più che alleati, sono nemici naturali. Ma l'attrazione reciproca e la lotta per la sopravvivenza possono creare legami inaspettati.



Direi che questi sono i titoli che vorrei leggere al più presto, ma non sono certo gli unici! E voi, quali titoli avete in wish list?? Ditemi che sono curiosa!
Buone letture!
S.


venerdì 24 giugno 2016

SERIOUS? SERIES! #6

Buongiorno a tutti! Come state? Come procedono le vostre letture? Strano ma vero questa settimana vi parlo di un'altra serie! Ed è una serie che ho concluso da poco (evviva, sono riuscita a concluderne un'altra!!!) e che mi è davvero piaciuta parecchio!

Quella di oggi è una trilogia fantasy m/m, ed è la trilogia Captive Prince di C.S. Pacat. Non è iniziata come una trilogia per la pubblicazione, ma l'autrice ha iniziato scrivendola online e poi gliel'hanno pubblicata (e io ne sono davvero, davvero felice!). E, dei primi due volumi, se ne trovano due edizioni diverse: la prima (di cui vedrete le cover in questo post) ha delle copertine molto semplici e il titolo è Captive Prince: Vol. 1 e Captive Prince: Vol. 2 mentre la seconda edizione ha delle copertine più elaborate e dei titoli veri e propri: Captive Prince e Prince's Gambit a cui si aggiunge poi il terzo libro, King Rising.

TRAMA DEL PRIMO LIBRO (tradotta velocemente da me): "Questa era Vere, voluttuosa e decadente, patria del veleno più dolce"

Damen è un guerriero e un eroe per il suo popolo, ed è anche il legittimo erede al trono di Akielos. Ma quando suo fratello si impadronisce del potere Damen viene catturato, spogliato della sua identità e mandato come schiavo di piacere a servire il principe di una nazione nemica.
Bello, manipolatore e letale, il suo nuovo padrone, il principe Laurent, incarna il lato peggiore della corte di Vere. Ma nella complicata rete politica della corte vereziana, nulla è come sembra, e quando Damen si trova coinvolto in un gioco di potere per la conquista del trono, deve per forza lavorare a fianco di Laurent, per sopravvivere e salvare la sua nazione.
Per Damen c'è solo una regola: mai, assolutamente mai, rivelare la sua vera identità. Perché l'unica persona di cui Damen ha bisogno è la persona che ha più ragioni al mondo per odiarlo.



Ammetto che quando ho letto il primo libro mi aspettavo qualcosina di più. Non tanto per la storia o per i personaggi (che sono splendidi, ma ci arriveremo tra poco) ma per lo stile della scrittrice. Mi aspettavo di leggere qualcosa di stilisticamente superiore. Non fraintendetemi, non è scritto male, solo che mi aspettavo qualcosa di un po' più... poetico, ecco.

Ma per il resto è stata una lettura splendida e non saprei da dove cominciare per riuscire a rendergli giustizia!!! Provo a partire dai personaggi: Laurent e Damen. Sono semplicemente fantastici. E sono uno l'esatto opposto dell'altro. A prima vista Laurent è il cortigiano perfetto, calcolatore e decadente, mentre Damen è un barbaro, tutto muscoli e poco cervello. Ma c'è molto di più.
Sono due personaggi estremamente complessi, con molte sfaccettature e, secondo me, l'autrice ha fatto un lavoro molto, ma molto, buono con loro due. Talmente buono che non saprei neanche dirvi quale sia il mio preferito. Perché a seconda del mio umore preferisco Laurent, ma poi cambio idea e dico Damen, ma poi torno su Laurent, però forse Damen, ecc... Ammetto di avere una leggere preferenza per Laurent, ma è davvero leggera. 
E comunque, tra i due, Laurent è quello più complicato, perché è una mente davvero fantastica: non è solo astuto e calcolatore, lui va veramente oltre.
Ma Damen è anche la definizione di "persona di cuore".
Insieme sono qualcosa di dolcissimo (ed esasperante) ma sono una coppia perfetta, perché si completano a vicenda.

E poi c'è la storia... questa autrice non ha nulla da invidiare ad uno stratega militare!!! Nel primo libro facciamo la conoscenza della corte di Vere. E vi assicuro che Machiavelli si sarebbe trovato a casa. Giochi di potere che nascondono intrighi che nascondono complotti, in un eterno gioco di scacchi (e di specchi) ma che ha come posta vite umane. La serie di intrighi che si srotola davanti a noi è una rete complessa, articolata e, apparentemente, infinita. Non ho idea di come l'autrice sia riuscita ad organizzare il tutto (e a farlo funzionare così bene) ma si merita dei vivissimi complimenti perché, a parar mio, è stata magistrale.

Nel secondo libro, invece, ci allontaniamo dalla corte vera e propria, e gli intrighi di palazzo diventano strategie militari, e il campo da gioco non è solo più la corte, ma il mondo intero. E di nuovo l'autrice dimostra di avere una mente machiavellica. E' riuscita ad impressionarmi moltissimo. Ed è un libro che non soffre per niente della sindrome del secondo libro. Non sapete quanto ciò mi abbia reso felice.

E poi c'è il terzo libro, in cui, finalmente, tutto emerge in superficie e la storia arriva alla tanto sospirata conclusione. E' meno complicato dei precedenti, a livello di strategie ed intrighi, ma è comunque molto interessante e l'ho divorato! (Ho aspettato parecchio a leggerlo perché avevo paura... non posso dirvi di più per non fare spoiler, ma avevo paura. I primi due li ho letti in un lasso di tempo abbastanza breve, ma per iniziare il terzo ho fatto passare un sacco di tempo... ma sono davvero felice di essere finalmente riuscita a leggerlo, perché mi è piaciuto tantissimo!).

Se cercate una storia con intrighi e colpi di scena, con strategie preparate alla perfezione e personaggi che vi rimarranno sicuramente impressi, allora beh... questa serie fa proprio al caso vostro!

Voto:

E voi che mi dite, conoscevate questa serie? Vi ispira?
Buone letture!
S.

mercoledì 22 giugno 2016

WWW...WEDNESDAY#21

Buongiorno a tutti! Come state? Non siete contenti che oggi è di nuovo mercoledì? Io tantissimo, quindi passo subito alla rubrica di oggi!

La rubrica WWW... Wednesday è ideata dal blog Should be reading.

1)What are you currently reading?
2)What did you recently finish reading?
3)What do you think you'll read next?

What are you currently reading?




 Buon apocalisse a tutti di Terry Pratchett e Neil Gaiman. L'avevo già letto, ma un sacco di anni fa e mi mancava! E poi Antigoddess di Kendare Blake, che è molto carino, almeno per il momento, anche se ha un inizio un po' lentino.

What did you recently finish reading?



Ho finalmente terminato un'altra serie (consigliata!) con Kings Rising di C.S. Pacat, di cui vi parlerò prestissimo. Sono anche riuscita a finire A court of mist and fury di Sarah J. Maas. Spero di riuscire a parlarvi anche di lui, ma sappiate che ho deciso che non spenderò mai più un euro per questa autrice e poi c'è Amy & Roger Epic Detour di Morgan Matson. Speravo in qualcosa di più da questa autrice, ma non è stata una brutta lettura.



E poi ci sono loro: Le cesoie di Busan di Karen Waves, da cui mi aspettavo di più, anche se non è stata una brutta lettura, e Mariner's Luck di Kirby Crow, secondo volume della trilogia Scarlet and the White Wolf. Spero di riuscire a parlarvene presto.
 What do you think you'll read next?



Sinceramente non so ancora cosa leggerò dopo, ma spero di riuscire a leggere Tecla di Antonella Griseri, che è una delle mie mille mila letture arretrate!


E voi cosa state leggendo? Cosa avete finito di leggere? E cosa pensate di leggere dopo? Oppure lasciatemi il link al vostro www, passerò a leggere le vostre risposte!
Buone letture!
S.

lunedì 20 giugno 2016

SERIOUS? SERIES! #5

Buongiorno a tutti! Come state? Come procedono le vostre letture? Io sono contenta perché riesco a tornare con una nuova puntata di questa rubrica, per parlarvi di una serie che puntavo da tempo ma che sono riuscita finalmente a leggere grazie alla bookopoly. Volete sapere di cosa sto parlando? Continuate a leggere!

La serie di cui vi parlerò oggi è una serie per ragazzi composta da 13 libri: Una serie di sfortunati eventi di Lemony Snicket.
Lemony Snicket non è soltanto lo pseudonimo dell'autore, Daniel Handler, ma è un vero e proprio autore fittizio: la storia che ci racconta è la triste vicenda dei fratelli Baudelaires, ma è una storia che più volte si intreccia con la vita di Lemony stesso. Vorrei potervi dire di più, anche perché le parti in cui riusciamo ad intravedere la vita dell'autore sono le parti che mi sono piaciute di più (anche perché deve aver vissuto una vita piene di avventure, e pure più strane di quelle vissute dai tre fratelli) ma non vorrei fare spoiler, perciò se siete curiosi non vi resta che avventurarvi tra le pagine di questa serie!

TRAMA DEL PRIMO LIBRO: Cari lettori,
gli orfani Baudelaire sono graziosi e intelligenti, ma la loro vita, mi spiace dirlo, è piena di sfortuna. Se non sopportate storie contenenti uragani, vestiti che pungono, zuppe di cetriolo fredde, individui repellenti, allora questi libri vi getteranno nel più totale sconforto. È mio triste dovere stare sveglio di notte a indagare su questi tre sventurati giovani, ma se voi preferite dormire sonno tranquilli, vi conviene scegliere un altro genere di libro.
Con il dovuto rispetto,
Lemony Snicket

IN QUESTO PRIMO TREMENDO EPISODIO i tre fratelli diventano subito tre orfani, incontrano l’individuo più viscido e malvagio del mondo, rischiano di perdere tutta l'eredità e sono guardati a vista da un uomo con due uncini al posto delle mani. Siete sicuri di volerlo leggere?


L'autore cercherà in tutti i modi di dissuadervi dalla lettura, ma vi assicuro che, se decidete di andare contro i suoi consigli e continuare la lettura, non ve ne pentirete.

I libri che compongono la serie sono:
1) Un infausto inizio
2) La stanza delle serpi
3) La funesta finestra
4) La sinistra segheria
5) L'atroce accademia
6) L'ascensore ansiogeno
7) Il vile villaggio
8) L'ostile ospedale
9) Il carosello carnivoro
10) La scivolosa scarpata
11) L'atro antro
12) Il penultimo pericolo
13) La fine

E' una serie per ragazzi e si sente, i libri hanno una struttura molto ripetitiva (cosa che si avverte soprattutto per i primi cinque, perché dal quinto in poi vengono introdotti nuovi personaggi e le cose si fanno un pelino più interessanti andando avanti) e quindi leggerli uno di fila all'altro potrebbe non essere la soluzione ideale. Ma è comunque una lettura che merita. L'autore ha una fantasia incredibile e riesce a creare una galleria di personaggi unici ed eccentrici (e badate che definirli "eccentrici" è un eufemismo, perché questi personaggi vanno ben oltre l'immaginazione). 
Hanno tutti delle caratteristiche in comune (perché non ce n'è uno che si riveli veramente utile ai tre orfani) eppure ognuno di loro è unico e inimitabile. Vale la pena di leggere questa serie solo per i personaggi che possiamo incontrare.

Ma è anche una bella storia, con risvolti inaspettati, che parla di crescita e dell'importanza di pensare con la propria testa. Insomma è una serie che vi consiglio, soprattutto se avete voglia di leggere qualcosa di un po' particolare. Ma vi ricordo che è una serie per ragazzi e che è una cosa che si sente parecchio.

Voto: e mezzo

E voi conoscete questa serie? L'avete letta?
Buone letture!
S.

sabato 18 giugno 2016

RECENSIONE: IL MONDO DELL'ALTROVE

Buongiorno a tutti! Come state? E come procedono le vostre letture? Le mie bene, anche perché i continui temporali conciliano bene la lettura. Ma se la smettesse di fare tutti 'sti temporali non me ne lamenterei troppo (anche se probabilmente inizierei a lamentarmi per il caldo! :P). Comunque, torniamo a noi:

TITOLO: Il mondo dell'altrove

AUTRICE: Sabrina Biancu

TRAMA: Cinque racconti - in cui fantasia e realtà si mescolano - capaci di trasportare il lettore in un altro mondo, in un luogo magico. Capaci di farlo sognare. Ogni cosa è viva e insegna qualcosa d'importante. E ciascuna storia si trasforma nella tappa di un viaggio in cui si cresce e si matura a fianco di Elia, Rosy, Tea, Pietro, Desideria, André e della stellina Irina.

Questo libro mi è stato gentilmente inviato dall'autrice in cambio di una recensione onesta.

Blogger oggi fa i capricci, come potete notare, e quindi ho dovuto dargliela vinta e rassegnarmi perché se no non ne uscivo più.
Bene, finite le premesse posso parlare del libro. Ero davvero curiosa di leggerlo, perché, anche se non amo i racconti, le premesse sembravano interessanti. E sono comunque contenta di aver avuto la possibilità di leggerlo. So che per un'autrice non è semplice mandare il giro il frutto del suo lavoro e aspettare per conoscere il parere di sconosciuti.
Lo so e mi dispiace dover scrivere una recensione negativa. Però non posso certo scrivere una recensione positiva solo per far contento l'autore o solo per non sembrare la cattiva di turno.

Mi dispiace davvero, ma per me questo libro non funziona. L'idea di base non è male e le storie sono carine, anche se con intenti un po' troppo moralistici per i miei gusti, ma quello che proprio non mi è piaciuto è lo stile. 
Intanto avrebbe bisogno di una bella limatina e poi i dialoghi... sui dialoghi per favore non fatemi neanche iniziare perché potrei non finire più la tirata. Sono innaturali, forzati, a volte sembrano direttamente sermoni e non dialoghi. E poi non sono adatti al contesto. Mentre leggevo mi sono ritrovata a chiedermi continuamente "ma chi è che parla così?". Il caso più esemplare è il paperotto parlante. Ho capito che c'è un motivo (e non vi dico quale perché non voglio farvi spoiler) ma comunque parla come un libro stampato (un libro molto pomposo) ad una bambina delle elementari (ora, io credo fermamente che i bambini non siano stupidi solo perché sono piccoli e che bisogna parlargli e trattarli come se fossero adulti (nei limiti, eh! ma spero abbiate capito cosa intendo) ma ci sono dei limiti!).

Sinceramente avrei voluto abbandonare la lettura ben prima della fine del primo racconto (che pure è quello che mi è piaciuto di più) ma sono arrivata alla fine per correttezza (e ok, ammetto anche di aver continuato sperando vivamente che le cose sarebbero migliorate, perché sono un'inguaribile ottimista). Non potevo certo scrivere una recensione se non fossi arrivata alla fine del libro ma non ho potuto fare a meno di pensare che se questo libro lo avessi comprato non solo lo avrei abbandonato, ma mi ci sarei pure incazzata come una iena (e ve lo dico sempre per correttezza).

So di essere una lettrice molto esigente. Sono disposta a chiudere gli occhi su un sacco di cose, ma non certo sui dialoghi, soprattutto quando sono così disastrosi. Non dico che l'autrice non abbia del potenziale e, probabilmente, se il libro avesse subito un processo di revisione ben fatta sarebbe anche una lettura carina, ma allo stato attuale non è un libro che comprerei o che consiglierei.

Voto:

So che a molti di voi è piaciuto, ma io non sono proprio riuscita a trovarci qualcosa di valido, se non delle potenzialità.
Buone letture!
S.

mercoledì 15 giugno 2016

WWW...WEDNESDAY#20

Buongiorno a tutti! Come state? E come procedono le vostre letture? Oggi ho qualche problemino perché siamo ufficialmente a metà giugno ma... non era iniziato l'altro ieri??? Comunque, visto che è mercoledì passo a parlarvi delle mie letture!

La rubrica WWW... Wednesday è ideata dal blog Should be reading.

1)What are you currently reading?
2)What did you recently finish reading?
3)What do you think you'll read next?

What are you currently reading?


 

A court of mist and fury di Sarah J. Maas. Avevo grandi aspettative per questo libro ma l'autrice mi sta deludendo tantissimo. Il libro di per sé non è male (e Rhys è fantastico!!! *_*) ma i personaggi sono tutti "sbagliati". Sembra che dopo la fine del primo libro siano arrivati gli alieni, abbiano rapito tutti i personaggi e gli abbiano fatto un bel lavaggio di cervello (e di personalità). Non ho veramente parole! E poi c'è Anna dai capelli rossi di Lucy M. Montgomery, che sto leggendo per la bookopoly. E' una lettura davvero scorrevole e conto di smaltirla presto.

What did you recently finish reading?


 

Ho finito Il tempo delle tenebre di Brent Weeks, che alla fine mi ha fatto ricredere: la prima metà non mi ha appassionato particolarmente, ma poi le cose sono nettamente migliorate e non vedo l'ora di continuare e leggere l'ultimo volume della trilogia! C'è poi Il mondo dell'altrove di Sabrina Biancu, di cui ho già pronta la recensione (spero di riuscire a postarla a breve!) e Moshi Moshi di Banana Yoshimoto. Era una vita che volevo leggere un altro libro di questa autrice e finalmente ce l'ho fatta! E' stata una lettura molto interessante.

 

E poi c'è L'Incanto di Cenere di Laura MacLem. Penso sia uno dei migliori retelling che abbia mai letto e spero di riuscire a parlarvene presto! E poi c'è Non ho paura del buio di Robert Dugoni, un thriller e l'ultimo libro terminato in ordine di tempo. Mi è piaciuto parecchio. Ma durante il week end mi sono data da fare e ho letto anche Infelici e Scontenti di Alice Chimera, che mi ha conquistata. Spero di riuscire a parlarvi presto di lui! E non è stata la sola lettura che mi ha tenuto compagnia nel fine settimana, perché mi sono tenuta occupata anche con loro:


Le testimoni del club omicidi di James Patterson, lettura decisamente da ombrellone e Il mago dei numeri di Hans M. Enzensberger. Una lettura davvero molto carina.

What do you think you'll read next?





Le mie prossime letture saranno loro: La compagnia dei Celstini di Stefano Benni, che conto di iniziare nel pomeriggio e King Rising di C.S. Pacat, terzo volume di questa trilogia, che spero mi terrà compagnia nel weekend!

E voi cosa state leggendo? Cosa avete finito di leggere? E cosa pensate di leggere dopo? Oppure lasciatemi il link al vostro www, passerò a leggere le vostre risposte!
Buone letture!
S.

Post in evidenza

WWW...WEDNESDAY#23

Buongiorno a tutti! Come state? E come procedono le vostre letture? Io non posso lamentarmi delle mie, ma questa puntata del www stava seri...

Post più popolari